La celiachia


La celiachia è un'infiammazione cronica dell'intestino, scatenata dell'ingestione del glutine in soggetti geneticamente predisposti. Il nostro sistema immunitario attacca erroneamente il tessuto sano della parete intestinale, provocando danni di diversa entità, infiammazione e l'appiattimento del villi (utili ad assorbire i nutrienti).

Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali (frumento, kamut, farro), salse, piatti pronti, birra e molti altri. per quanto riguarda l'avena è permessa nella dieta senza glutine, anche se prima di mangiarla bisognerebbe essere certi che non sia stata contaminata dal frumento e che si tratti di una varietà testata per essere consumata da malati di celiachia


Sintomi

La celiachia colpisce diversi organi e tessuti, per questo motivo i sintomi possono variare per intensità e gravità:

  • diarrea

  • gonfiore addominale

  • dolore addominale

  • perdita di peso

  • cefalea

  • rallentamento della crescita

  • anemia, astenia, amenorrea, ulcere del cavo orale, dolori articolari, dermatiti, edemi, alopecia e altri ancora

Diagnosi e cura

La celiachia colpisce circa l'1% della popolazione a livello globale; in Italia, sono stati diagnosticati circa 200.000 casi, quindi circa 400.000 persone non sanno ancora di essere celiaci: dal 2005 è riconosciuta come "malattia sociale".

Esiste un'unica diagnosi di celiachia e un unico trattamento: una rigorosa dieta senza glutine per tutta la vita. Per quanto riguarda la diagnosi, si calcola che in media sianao necessari 6 anni per poter diagnosticare la patologia.

E' necessario fare diversi esami del sangue specifici, una biopsia intestinale, analizzando l'intero quadro clinico. durante questo periodi, è fondamentale non eliminare il glutine dalla dieta prima di aver completato tutti gli accertamenti.


Falsi miti e bufale

Negli Stati Uniti si sta diffondendo sempre di più la moda della dieta senza glutine tra coloro che non soffrono di celiachia. Questo regime alimentare non porta nessun miglioramento per la salute e il benessere del nostro organismo, anzi non è per nulla consigliabile, in quanto ci si priva delle principali fonti di carboidrati complessi, dei minerali, delle vitamine, delle proteine e soprattutto delle fibre in essi contenuti. Gli inevitabili squilibri corporei potrebbero determinare anche l'aumento di peso corporeo.

Un'altra falsa credenza è che l'allergia al frumento sia uguale alla celiachia. In realtà sono due condizioni completamente differenti tra loro, che comportano tempi di risposta e reazioni ben diverse. Le vie di innesco dell'allergia al frumento (grano) sono diverse e includono anche il sistema respiratorio, la cute e le mucose.


Per altre informazioni e per essere sempre aggiornati visitate il sito dell'Associazione italiana celiachia

17 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti