La pelle, come cambia nel tempo



La pelle è un organo vivente ed è sottoposta a diversi cambiamenti durante la vita. Ogni fase ha le sue esigenze e i trattamenti dovrebbero essere adeguati per detergere, proteggere, nutrire e riparare la pelle a qualsiasi età.


Bambini

La pelle dei bambini è particolarmente delicata, dal momento che è dal 20% al 30% più sottile di quella degli adulti. Tutti i fattori protettivi sono ancora deboli, quindi la pelle è meno resistente e particolarmente sensibile agli agenti chimici, fisici e microbici. Inoltre, la pigmentazione chiara li rende più sensibili ai raggi UV e hanno anche più difficoltà a regolare la temperatura corporea perchè le ghiandole sudoripare sono meno attive e il loro sistema circolatorio non è completamente formato. E' necessario usare detergenti delicati, non alcalini, limitare il tempo del bagno in acqua calda e proteggerli con creme solari adatte.


Adolescenza

A partire dai 12 anni di età la pelle corrisponde a quella di un adulto. In questa fase, i cambiamenti ormonali possono avere diversi effetti, che si manifestano su viso, spalle, schiena e petto in particolar modo. Uno degli effetti principali è la comparsa di acne a causa dell'aumento di produzione di sebo, per questo motivo è utile scegliere e seguire una routine per la pulizia della pelle corretta, senza eccedere. La pelle grassa può essere detersa un po’ più spesso, proprio perché le ghiandole producono parecchio grasso, che rimpiazza quello perduto nei lavaggi. Per la pelle secca, più povera di sebo protettivo, sono da prediligere i detergenti senza risciacquo e da evitare i tonici alcolici, sono utili creme idratanti e riparative. Gli oli, per esempio, sono assai più consigliati dei semplici saponi.


Fino ai 30 anni

Tanti fattori, tra cui quelli ambientali, l'alimentazione e lo stile di vita influenzano il momento in cui l'epidermide inizia ad assottigliarsi e verso i 25 anni possono iniziare a comparire i primi segni di invecchiamento (piccole rughe). Inoltre, il collagene e la flessibilità della pelle iniziano a diminuire di circa 1% all'anno. Durante i 30 anni elasticità e idratazione diminuiscono e la struttura della pelle cambia gradualmente. Anche in questa fase la routine di bellezza deve comprendere una fase di detersione per eliminare le impurità scatenanti lo stress ossidativo, un trattamento per combattere i segni dell'invecchiamento, come acido ialuronico e coenzima Q10, infine la terza fase caratterizzata dall'utilizzo di una protezione solare.


Dai 40 anni

In questa fase della vita, la donne assistono ad un graduale cambiamento della pelle, causato soprattutto da menopausa e premenopausa. Il periodo di transizione può durare tra 5 e 10 anni ed è caratterizzato da ciclo molto irregolare, riduzione dei livelli degli estrogeni e che si conclude con l’arrivo della menopausa.

La pelle è più secca, meno idratata e tonica a causa di una perdita di collagene, elastina e della funzione dei fibroblasti, ci sono alterazioni della vascolarizzazione ed un aumento dell’attività di enzimi degradativi.

Pe mantenere una pelle bella e sana è utile idratarsi sia attraverso l'alimentazione sia con l'utilizzo di creme idratanti e cosmetici idonei alla propria età. Non dimentichiamo che la pelle non protetta dal sole invecchia più velocemente e si disidrata maggiormente.

Per ripristinare il deficit ormonale in aggiunta agli approcci topici e sistemici possono aiutare integratori di vitamine C, silicio, collagene e selenio.


Chiedi al tuo farmacista o al tuo medico per qualsiasi dubbio.

32 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

La celiachia